Pipe di madreperla e calzini di champagne. L'uomo del Pitti 2015.

Mantella, scarpa e calzino. Oggetti di un lusso che ama sperimentare e lasciarsi contaminare. Per il guardaroba di un uomo classico e raffinato. Alla ricerca sempre più sfrenata di una eleganza senza tempo.


In tutti gli occhielli una piccola pipa di madreperla: un distintivo di stile. Quel distintivo messo a punto con una progettualità che rende omaggio all’architetto Joe Colombo, il genio con la pipa che gettò le basi del design anni ‘70. Nel segno di una ri-forma che porti il domani, a misura dell’uomo di oggi. Questa la sfida di stile targata Tardia. 


La forma circolare della celeberrima libreria Continental, concepita nel ‘65 come una pupilla/obiettivo, suggerisce la mantella a doppio petto con revers a lancia. Eccellenza del capo, la lavorazione double completamente manuale.




L’icona di stile di a.testoni, la francesina M11559 della linea Black Label, diviene metallizzata. Il vitello spazzolato e anticato a mano rivela dei tocchi di luce inaspettati. Un gioco di sfumature che caratterizza anche il tronchetto allacciato dalla linea pulita e definita dal rincorrersi dei dettagli filettone. Il risultato è un look urbano, deciso e contemporaneo.

Con il tronchetto e la derby fibbia in vitello anticato a mano color caramel o prugna, il lusso diventa informale, un piacere quotidiano da vivere ogni giorno. Il tocco casual della suola in gomma viene impreziosito dal dettaglio della cucitura a contrasto e dal design a nido d’ape.



Per Bresciani lo champagne diventa materia prima del finissaggio delle calze bubble up in cachemire e seta con una specialissima mano perlage, suadente sulla pelle come il rosè millesimato in coppa: la vista che si trasforma in tatto. Food and beverage diventano così sostanza, e non solo immagine della moda. 

Pages