Talent Container (Art and Fashion) #Events

Studio DModa vi invita a scoprire le collezioni Primavera/Estate 2014 di dieci promettenti fashion designer italiani attraverso un evento unico nel suo genere: un percorso multimediale e interattivo, realizzato da artisti digitali tra i più interessanti del panorama nazionale, come Visual Circus, Giulio Pernice, Depth, Gradosei, Pixel Pharm e Giulio Patrizi, per una commistione eterogenea tra visual art, design e creazione artigianale che vi coinvolgerà a 360°. Protagonisti saranno gli abiti e gli accessori di Quattromani, Project 149, Guen e zora&neva; le eclettiche calzature firmate Trenta7 e l'alta gioielleria di Giuliana Mancinelli Bonafaccia; l'occhialeria di ricerca targata Frank Lo e i capi trasformisti di Wàla Lab; le borse di design firmate F2A e i bijoux sperimentali di égotique.


Quattromani
Uno stile contemporaneo, lineare, ripulito sino all’essenza del concetto, a tratti minimalista. Questa la cifra stilistica di Quattromani, duo sardo composto da Massimo Noli e Nicola Frau, finalista della nona edizione di WION e vincitore di una menzione speciale per la forza e l'impatto sulla passerella. Partendo dai concetti di destrutturazione e semplificazione, i due designer danno vita a capsule collection composte da pochi pezzi mixabili tra loro, in cui l’accessorio non è solo parte decorativa o vezzosità complementare, ma parte funzionale e strutturale del capo stesso.

Project 149
Forma, funzione, stile e materia: questi gli elementi di Project 149, duo di designer cremonesi recentemente selezionato tra i nuovi Vogue Talents di Vogue.it
Il brand nasce dalla ricerca di Elisa Vigilante e Monica Mignone che, unendo competenze, sensibilità e studio, danno vita a collezioni minimali e contemporanee. Lo stile essenziale e funzionale si lega alla cura dei dettagli e al rispetto del prodotto ideato, progettato e confezionato in Italia, preservando l’esclusività del Made in Italy che per il brand rappresenta un elemento imprescindibile.

Guen
Brand di ricerca nato nel 2012 per mano di Daniela Fiorilli, designer fiorentina che, dopo alcune esperienze presso prestigiose case di moda italiane, decide di dar dare voce alle proprie intuizioni e alla voglia di sperimentazione con una propria linea di abbigliamento. Tessuti pregiati e ricercati, assemblaggi inconsueti e innovativi, l'uso di tecniche sartoriali quali il double apribile unito a una visione futuristica delle forme e dei volumi conferiscono ai capi un impatto insolito e un'allure ricercata e moderna.

zora&neva
Ogni abito ha una sua storia, un percorso da scoprire. Questo il presupposto dal quale Emanuela Naccarati - designer di origine pugliese - è partita per dar vita al progetto zora&neva. Un brand che si rivolge a spiriti curiosi che nel tessuto, nella forma e nelle lavorazioni cercano messaggi nascosti provenienti dal passato: il tessuto rivive attraverso nuove forme. La ricerca dei materiali, le tinture artigianali e il rigore geometrico delle forme sono testimoni di uno stile "unico" e senza tempo, che rifugge le odierne dinamiche commerciali.

Trenta7
Il maschile declinato al femminile. Il vuoto e il pieno insieme. Punte spezzate, finte cerniere e fibbie vere. È il contrasto la parola d'ordine per Eleonora Moccia, controcorrente e soprattutto insofferente ai limiti imposti. Pellami e materiali pregiati sono i protagonisti di tutte le creazioni.
L'artigianalità e l'arte manifatturiera italiane, alle quali è totalmente affidata la produzione, completano lo stile minimale ma innovativo di Trenta7.

Giuliana Mancinelli Bonafaccia
Ricerca, esplorazione e sperimentazione materica sono le cifre stilistiche che caratterizzano le creazioni di Giuliana Mancinelli Bonafaccia. I suoi gioielli dal design originale e moderno creano combinazioni inedite e attuali attraverso forme organiche realizzate in argento, rutenio nero e smalti policromi. Ogni singolo pezzo nasce da scelte non convenzionali e uniche nel loro genere, trovando nell’utilizzo di pellami pregiati (tra cui spicca il galuchat, pelle di razza la cui lavorazione risale al periodo di Luigi XV) una delle note più caratteristiche.

Frank Lo
Frank Lo è il progetto di ricerca nato dalla profonda passione che Massimiliano Savo ha sempre nutrito per l'occhialeria. Una passione concretizzatasi dapprima nell'apertura dell'omonima boutique nel cuore della Capitale e successivamente nella creazione di una propria linea di occhiali dal design esclusivo, realizzati rigorosamente a mano da artigiani specializzati. L'utilizzo di materiali pregiati quali l'acetato di cellulosa Mazzucchelli o il corno di bufalo d'acqua, di superfici grezze e di componenti vintage, insieme alla predilezione per tagli asimmetrici e forme sperimentali, conferiscono alle creazioni dell'eclettico designer uno stile unico e senza tempo.

Wàla Lab
Non semplice apparenza, ma alchimia tra dinamismo, funzione e stile: nasce così l'idea di Giorgia Feliciano e Fiorenza Molli, che nel 2010 danno vita al brand Wàla Lab (Wearable Action Lab). Gli abiti prendono vita e gli accessori diventano multifunzionali, in grado di trasformarsi e soddisfare la voglia di reinventarsi e di giocare con l'abbigliamento. Ecco così che un vestito si trasforma in tuta e la cappa diventa giacca, gonna o gilet. L’attenzione ai dettagli e l’utilizzo di materiali di qualità conferiscono al prodotto un aspetto moderno nel rispetto delle caratteristiche del Made in Italy più autentico.

F2A
F2A nasce nel 2012 dallo spiccato senso estetico di Federica Gatti con l'intento di coniugare alto artigianato, design e versatilità. Ogni borsa è realizzata con pellami esclusivamente italiani, mentre i manici sono costituiti da un tubolare pieghevole in ottone cromato inossidabile, vera e propria cifra stilistica distintiva del marchio.  Le linee pulite, i tagli essenziali e netti, i volumi oversize rendono le creazioni F2A estremamente versatili e adatte a ogni occasione.  L'assenza di fodere interne consente di apprezzare la lavorazione cui la pelle è stata sottoposta, preservandone inoltre le caratteristiche intrinseche e peculiari.

égotique
Un gioiello non convenzionale, puro ed essenziale, che acquisisca forza stilistica in relazione alla donna che lo indossa: questo l'obiettivo di ègotique, il brand fondato da Clizia Monaca e Martina Raspanti con l'intento di proporre un prodotto unico nel suo genere. La predilizione per le forme geometriche, attraverso la reinterpretazione di triangoli, cerchi e quadrati, diventa così centrale, tratto distintivo di una creatività che punta alla combinazione e all'interazione tra elementi puri. Nascono così anelli, colli e bracciali dal design inconsueto, realizzati artigianalmente con resine acriliche, ottone privo di piombo, oro 24kt e rutenio nero.

Mediapartner
Da Passerella, DModa.it, Drew Editorial, How Cool!, Shedonism, Zoe Magazine

Pages