Sanremo (Fashion) Story ● Le pagelle di stile a cura di Eleonora Giovanforte (Quarta serata, Sanremo 2013)

A cura di Eleonora Giovanforte
Un Venerdì sera in stile revival quello di ieri, il Festival di Saremo ha infatti omaggiato alcune delle più belle canzoni che hanno fatto la storia della manifestazione e noi di Modaholic siamo pronti a verificare se i look esibiti dai cantanti in gara siano stati effettivamente in linea con il tema della quarta puntata!
Pronti? Via!
Come di consueto, i primi a salire sul palco sono i due conduttori: Fabio Fazio veste ancora Costume National Homme mentre Luciana Littizzetto scende le scale dell'Ariston indossando una bellissima riproduzione (in miniatura) dell'abito che, al Festival del 1952, Nilla Pizzi indossò per cantare "Papaveri e Papere". Un modello color panna che sta molto bene alla Lucianina nazionale ma che viene abbinato, anche lui, a collant neri supercoprenti e alle ormai fedelissime scarpe Rizieri. Bocciati questi due dettagli non possiamo comunque avere nulla da rimproverare alla presentatrice che ieri sera si è dimostrata, ancor più che in passato, estremamente autoironica e evidentemente diversa da chi la ha preceduta nel ruolo di conduttrice di questo spettacolo: nuove risate sono infatti inevitabili nel momento in cui entra sul palco nei panni di una Caterina Caselli che, in abito celeste e caschetto biondo, viene scambiata dapprima per la madre dei Beatles e poi per il naufrago Enzo Paolo Turchi!
La Littizzetto indossa, però, nel corso della serata anche quattro modelli firmati Kristina Ti: si parte con un abito nero dal sapore vintage a cui viene abbinato un micro gilet di pietre colorate, seguito da un completo giacca e pantalone total balck impreziosito da alcuni cristalli; il terzo modello replica il precedente nel pantalone ma questa volta nella giacca si modificano le maniche, più corte e ricoperte di strass. L'ultimo cambio indossato dalla presentatrice è un miniabito blu con gonna a palloncino e fusciacca in tinta sul punto vita.
Dà il via alla gara Malika Ayane che, elegantissima come nelle due serate precedenti, veste un abito rigorosamente nero stile anni '50, mentre Daniele Silvestri, ancora in Diesel Black Gold, indossa una coppola per omaggiare Lucio Dalla: entrambi promossi.
Bocciato senza dubbi é sia il look di Emma che quello di Annalisa, entrambe pettinate e vestite malissimo.
Cantano i Marta sui Tubi e la raffinatezza di Antonella Ruggiero riesce a mettere in secondo piano la brutta camicia del cantante Giovanni.
Ospiti della serata, arrivano sul palco Danny Quinn e Gianmarco Tognazzi in compagnia delle tremendamente abbigliate Rosita Celentano e Paola Dominguin: la prima indossa un abito dalla fantasia e dal colore improbabili, la seconda un qualcosa color verde non ben definito a cui, pensando probabilmente di fare cosa giusta, vengono abbinate una cintura ed una collana se possibile ancor più brutte dell'abito, che per fortuna è lungo e nasconde le scarpe.
Raphael Gualazzi si conferma elegante nel suo smoking mentre i Modà non sono certo migliorati con le puntate: orribili le loro giacche lucidate a cera come il pavimento dell'Ariston!
Simone Cristicchi lascia a casa la cravatta rossa per cantare Sergio Endrigo mentre la Molinari si ricorda di portarsi dietro tutti gli strass.
Hai capito Maria Nazionale? Chi l'avrebbe mai immaginata così elegante dopo quel trionfo di fucsia della prima puntata?
Impeccabile come sempre, un elegante Marco Mengoni in total black precede sul palco Elio e le Storie Tese a cui non possiamo che confermare il nostro dieci e lode se non altro per la fantasia e l'ironia.
Seguono Max Gazzé ancora di piume vestito sempre firmato Etro e Chiara, con un abito monospalla blu che, pur non essendo ancora una volta adatto alla sua giovane età, è comunque migliore dei precedenti.
Chiudono la gara dei big gli Almamegretta esibitisi in una nuova formazione caratterizzata da una mescolanza di stili e culture apprezzabile al di là di ogni abbinamento.
Iniziano a cantare anche le nuove proposte ed il primo ad esibirsi è Antonio Maggio, vestito da gran finale in un total look firmato Carlo Pignatelli: brilla come il suo papillon e vince! Tocca poi a Renzo Rubino, elegantissimo in uno smoking nero, e ad Ilaria Porceddu, sempre in Gattinoni Couture, che propone un vestito simile a quello di giovedì: errare è umano ma perseverare...
Da cosa era mascherato, mi chiedo, il cantante dei Blastema?

Pages