Non c'è due senza tre • Le pagelle di stile di Eleonora Giovanforte (Terza serata, Festival di Sanremo 2013)

A cura di Eleonora Giovanforte
Eccoci di nuovo per commentare insieme i look dei big e delle nuove proposte in gara sul palco dell'Ariston!
Puntuale come ogni giorno, alle 20.30 Fabio Fazio apre la terza serata del Festival di Sanremo in compagnia di una scintillante Luciana Littizzetto che veste per l'occasione  tre modelli firmati Gabriele Colangelo: si parte con un abito sui toni del nero e dell'argento che ironicamente vuol sembrare lungo ma, adattato alla silhouette della presentatrice, è costruito in modo tale da slanciare la sua minuta figura con un'ampia gonna a campana che lascia intravedere al di sotto una mini in tinta. Il secondo è un abito nelle stesse sfumature ma abbinato ad un nuovo modello di scarpe Rizieri (belle, tengo a precisare, ma poco adatte ad una gamba non troppo lunga) rosso acceso che danno una intensa nota di colore al look. Lucianina, così come ama chiamarla il fedele Fazio, termina la serata in un completo pantalone nero e casacca ultra paillettata che segue lo stile dei due precedenti modelli.
Arriva sul palconscenico il primo dei cantanti in gara: è Simona Molinari che, accompagnata da Peter Cincotti, indossa anche per la seconda esibizione un abito Antonio Martino Couture. Un bellissimo modello in un colore che la Molinari sa ben portare ma abbinato a delle scarpe che devo guardare più volte per constatare (ahimè) che siano blu! E, inevitabilmente, viene da chiedersi: perché?
Il secondo a cantare è Marco Mengoni che anche ieri sera non ci ha delusi nel suo total look burgundy firmato Salvatore Ferragamo, così come non ci deludono (e non avevamo dubbi) Elio e le Storie Tese, tutti in Luigi Bianchi Mantova: fantastica la giacca multi braccia di Elio.
Seguono Malika Ayane, splendida in un bellissimo abito nero che le incornicia il volto in un maxi fiocco e i Marta sui Tubi che ci hanno dato ascolto e si sono affidati ad uno stylist.
Ancora non ci siamo Chiara! I due completi Alberta Ferretti non hanno migliorato né addolcito la figura della giovane cantante che, anzi, é apparsa in entrambe le serate costretta in abiti che hanno invecchiato e imbruttito la sua figura.
Padrone di uno stile tutto suo, Max Gazzé canta in un abito nero e gilet di piume firmati Etro con l'immancabile fiore all'occhiello, questa volta arancione: promosso lui, il suo look e la sua canzone. Non bissa invece la scelta giusta dell'outfit Annalisa, che sceglie un abitino nei toni del rosa della collezione P/E 2013 Blumarine che portato sblusato come  fa lei sembra un completino da cheerleader.
Speravamo di vedere Maria Nazionale con qualcosa di più adatto alle sue forme e siamo stati accontentati per metà: promosso il pantalone nero ma non il bustier a punta  né, tantomeno, il coprispalle velato.
Torna con una cravatta rossa Simone Cristicchi, e ci domandiamo, allora, se la scelta non sia un omaggio al nonno partigiano che nell'aldilà gli domanda se sia riuscito a cambiare il mondo: un look che non vuole stupire né distrarre dalle toccanti parole della canzone bellissima: promosso.
Cantano i Modà che replicano la sobrietà di un classico Emporio Armani, seguiti da Daniele Silvestri che scevro da orpelli e fronzoli si conferma elegante in giacca grigia e t-shirt minimal.
Chiudono le esibizioni dei big gli Almamegretta e riesce difficile bocciare il seppur bruttino gilet di Raiz che riesce comunque ad indossarlo con stile, e Raphael Gualazzi più elegante della prima serata nella giacca da smoking di velluto blu. Si esibiscono le nuove proposte. Il primo a cantare è Andrea Nardinocchi che scarpe fluo ai peidi suona, canta e balla sul palco dell'Ariston: non lo bocciamo, lo rimandiamo perché è giovane e ha ancora tempo per imparare a vestirsi, se si applica.
Antonio Maggio conferma che quest'anno a Sanremo il rosso va per la maggiore, il completo non è un granché ma lui col suo sorriso e la sua canzone non può che esserci simpatico!
Paolo Simoni: papillon di raso celeste, camicia blu, giacca color senape, occhiali dalla montatura rossa. Per fortuna ha cantato seduto al pianoforte e ci siamo risparmiati scarpe e pantaloni per quattro minuti buoni!
L'ultima ad esibirsi è Ilaria Porceddu in Gattinoni, con una gonna che non giustifica il trend delle righe né il testo circense: la promuoviamo perché la canzone è bella e noi siamo stanchi e già in pigiama.
Attendiamo con ansia la quarta serata! Stay tuned!

Pages