Color Therapy ● Spring/Summer '13 Womenswear

A Cura di Eleonora Giovanforte

La primavera è alle porte e quest’anno la stagione della rinascita lancia un messaggio ben preciso al guardaroba femminile: combattere il grigio che ci ha reso opachi dentro e fuori in questo difficile anno appena trascorso a colpi di (super)colori, righe, geometrie sixties e stampe floreali .
Le tonalità dei gelati e dei sorbetti occupano la quasi totalità della palette per la primavera/estate 2013: così arancione, fucsia, verde menta e giallo limone la fanno da padroni sia sul bagnasciuga che in città, tingendo capi che fino ad ora abbiamo immaginato sempre nelle neutre e tenui sfumature dei grigi, dei khaki e dei beige.


La tavolozza appare rinnovata e vivace anche laddove va a colorare le mai scontate righe che, intraviste qua e là lo scorso anno, tornano alla ribalta da vere protagoniste della p/e 2013. Liberatesi della tradizionale e restrittiva accezione marinara, imperversano in molteplici combinazioni sui capi più disparati, dai tailleurs agli abiti da giorno, dai pantaloni alle gonne, rendendo divertenti e dinamici anche i tagli più classici.


Il repertorio delle fantasie geometriche della nuova stagione sembra non esaurirsi: trend estivi insieme alle righe saranno infatti anche le scacchiere bicolor vagamente sixties che, riattualizzate in tagli e colori moderni, daranno solo una lontana ma piacevole sensazione di vintage e i grafisimi tipici dell’arte moderna protagonisti di coloratissimi abiti-quadri di grande impatto visivo.


Non possono poi mancare come in ogni bella stagione che si rispetti le stampe floreali, che tornano quest’anno ultracolorate in tante e differenti versioni: romantiche come quelle di blugirl, stilizzate come quelle degli abiti di marni e di moschino o dal sapore etnico come quelle di Stella Jean. 


La moda della p/e 2013 è estremamente eterogenea e indirizzata ad un’ampia varietà di gusti, ma decisamente ogni stampa, ogni sfumatura e fantasia incita alla positività e alla voglia di rigenerarsi rilassandosi in un’oasi di colore.




Pages