Whitney Houston: Una voce potente per un'anima troppo fragile.


E per un momento cedo anch'io. Sulle note di "I wanna dance with somebody" alla vista del suo smagliante sorriso degli esordi resto immobile davanti al pc, catturato dal colorato videoclip, piango. Una voce potente per un'anima troppo fragile ed eccessivamente indifesa quanto eccessivo era ormai da anni lo stile di vita che la cantante aveva intrapreso. Ma non c'è giustificazione che tenga, cosa giusta o sbagliata, il perché e il come si sarebbe potuto evitare tutto questo. Piangiamo in silenzio sulle note dei suoi capolavori la scomparsa prematura e inaspettata di colei che ha fatto la storia della musica pop nel mondo. Di colei che ha fatto scuola. Di colei che ha emozionato generazioni e continuerà, malgrado tutto a farlo per l'eternità. Perché sarebbe bello pensare che il suo paradiso la povera Whitney l'abbia trovato proprio lì, tra le note acute e vibranti delle sue canzoni e tra le dolci lacrime e le tae le tante emozioni che la sua voce ha saputo donare. R.I.P Whitney Houston!

Pages