Vogue Fashion Night Out 2011: Roma, capitale della moda per una notte.

I tempi in cui la città eterna veniva considerata un importante piazza per il fashion system sono ormai lontani.
Valentino, “l’ultimo imperatore” era ancora a capo della sua gloriosa maison e assieme a tutta la combriccola di colleghi ancora sfilavano quaggiù e non a Parigi.
Poi si poteva sempre contare su manifestazioni dall’ampio respiro internazionale come “Donna sotto le stelle” che, se pur mero contenitore televisivo (per molti) di poco conto, riusciva tuttavia a dare visibilità all’haute couture di quel “made in Italy” che ancora oggi in tanti ci invidiano.

E così la scorsa notte anche Roma come Milano, Parigi, Londra e New York ha finalmente preso parte alla Vogue Fashion Night Out.
Numerosi i volti noti e gli stilisti accorsi all’evento.
In primis il direttore di Vogue, Franca Sozzani. Pare abbia rinunciato alle sfilate glamour della grande mela (che in questi giorni ha animato New York) pur di presenziare all’evento in veste di direttrice di Vogue Italia e in quanto organizzatrice della manifestazione. Un “cronometrato” giro per le vie del centro per un fugace saluto agli stilisti presenti. Poi via.


Penetrare indisturbati nelle boutique, sorseggiare gratuitamente fiumi di champagne e deliziare il palato con sfiziosi manicaretti ( finger food per i più glam!) e dolcetti dalle delicate nuance e pregiate forme.
Da Gucci, proprio per non farsi mancare nulla, i cioccolatini offerti al pubblico avevano impressi sopra il famoso ologramma dell’azienda. Quando il particolare fa la differenza!

All’uscita dalla boutique di Bulgari, poi, assisto alla scena più divertente di tutta la serata.
Ecco che la mia attenzione viene catturata da uno stridulo vocio:
“Avevi sete?...ecco, appunto! ma magari non scolarti cinque calici di champagne uno dietro l’altro come fossero shortini. Un pò di condegno. E che diamine!!!”: Il rimprovero tutto d’un fiato di una signorina della "Roma bene" al suo amato.
Io lì , ad un palmo di naso, esplodo in una corposa e sana, sincera risata.

Con LaPina da Pinko.
L’esilarante Diego Passoni
con una trasparente e sexy canotta in pizzo di Pinko.
Un salto da Pinko. Un cocktail offerto da Campari e quattro chiacchiere con la splendida Lucrezia Valia che con il marchio nato a Fidenza nel 1986 ci lavora da tempo. 
Il piacere di stringere la mano a Diego Passoni e La Pina, per uno che come me li segue da tempo, ancor prima che il grande pubblico li indentificasse come “quelli di Radio Deejay”, è stato davvero un grande onore.


Due di Due come Gianni e Pinotto, Paola & Chiara o le gemelle Kessler, inseparabili come fossero una cosa sola. LaPina & Diego di Radio Deejay salutano Modaholic in diretta dallo store di Pinko!
Quando c’è passione in ciò che si fa, soprattutto se di lavoro si tratta, si nota subito la differenza.
Ed è stato così quando ho avuto modo di fare un salto nella boutique di Max Mara (via Condotti 46) dove Marisa Passera e Federico Russo (entrambi speaker della trasmissione "FM-Una splendida giornata" in onda tutte le sere sulle frequenze di Radio Deejay) hanno allietato la numerosa clientela in compagnia di una live band d’eccezione, i Santabarba. Al suon di It’s my Party di Lesley Gore del 1965, brano ri-arrangiato in chiave più rock per l’occasione, hanno brindato e festeggiato insieme a questa prima edizione romana della Vogue Fashion Night Out. In alto i calici e che la moda sia con voi!
Bustino di piume e pietre preziose: Dolce & Gabbana.
● Guarda il portfolio di Roma VFNO 2011: I volti, gli stili e le espressioni raccolte in un porfolio dal titolo Extra-Ordinary People! Clicca QUI! 

Pages