L’atteso ritorno di Marco Mengoni

Affascinante, cool, giovane e “stiloso”. “Talento autentico, dal controllo invidiabile” scrisse l’irriverente Mina attraverso LaStampa dopo averlo ascoltato cantare sul palco dell’Ariston.
Richiesto da importanti griffe come testimonial (Hugo Boss e Lozza) e gettonatissimo dai media per interviste e live show. L’atteso ritorno di Marco Mengoni fa discutere ed infiamma i cuori dei suoi numerosi fans. 
Da venerdì 2 settembre, infatti, in rotazione radiofonica nazionale potrete ascoltare “Soli”, primo singolo di un disco (il secondo di inediti) che vedrà la luce verso la metà di settembre.
Ad annunciarlo lo stesso artista romano attraverso un messaggio apparso sulla sua pagina ufficiale di facebook che vanta ad oggi oltre 246.000 fans.  
Il brano in questione, registrato al Biplano Studio di Roma, sarà un pezzo in pieno stile Mengoni dalle sonorità Pop/Rock. Insieme ad un’orchestra di archi diretta dal maestro Fabio Gurian anche un coro di voci bianche pronto ad impreziosire ulteriormente l’arrangiamento musicale di questo primo estratto.
A seguire, nel mese di Novembre, anche un tour che toccherà le principali e più importanti città italiane dal titolo “Solo Tour 2011”.
Le date di Roma e Milano già confermate:
26/11/2011 21:00 MARCO MENGONI@Mediolanum Forum,Assago (MI)
29/11/2011 21:00 MARCO MENGONI@Palalottomatica,Roma 
Marco Mengoni con gli occhiali da sole Cooper di Lozza.
Marco Mengoni Testimonial per  Hugo Boss.
Copertina del singolo “Solo”.

TESTO 

SOLO
Perché il rosso era per me l’irraggiungibile
che sempre m’ingannò.
Sto quì,
il cuore lento di diavolo fragile.

Così, il sole aspetta che abbassi la mia testa
e il toreador colpisca.
Così, l’attesa su di me. Silenzio immobile.
E adesso sono solo,
perché da quì non uscirò e non ritornerò.

Scivolerò, io mi innazlerò,
cercherò ali.
Più forte del vento e del male che è quì,
correrò nell’arena starò lì.

Poi negli occhi mi bagnai. Sudore e lacrime,
il cuore si fermò.
Le sei,
la folla non c’è più,
ed altri come me vedranno questo sole.
Sto quì, l’azzurro accorderà l’onore inutile.

Più solo del vento e del male che è quì,
correrò nell’arena starò lì.
Scivolerò io morirò, cercherò ali.
Più forte del vento del male che è quì,
correrò nell’arena starò lì.

Pages