Zoom: Paola & Chiara in Tour!

Su www.youtube.com/themodaholicblog il video della serata. 





Assistere ad un show di Paola e Chiara è un po' come prendere parte ad un coloratissimo gay pride.Tra le prime file padroneggiano orgogliosi ragazzuoli gay e fervide donnine scatenate. 
Perchè in realtà Paola e Chiara hanno più fan del gentil sesso di quanto si possa immaginare. 
A seguire casalinghe con prole imbizzarrita e ragazzini accorsi, più che per la musica, per la curiosità di ammirare più da vicino la bellezza delle due cantautrici, da sempre oggetto del desiderio di centinai di migliaia di uomini italiani eterosessuali. 
Emozionanti ballate rock "strappa lacrimuccia" come A modo mio, che come ho potuto constatare di persona riscuote sempre calorose ovazioni di pubblico, e ritmi più latineggianti e dance come nel caso di famosi evergreen di repertorio del duo milanese. 
Paola Iezzi
Vamos a Bailar, Fino alla fine, Viva el amor, Hey! e Festival, vere e proprie hit infuoca estati che nel corso della mia adolescenza hanno fatto di queste due piccole ma ben assortite "sciure" della melodia italiana, dal sound sempre più internazionale, delle vere icone di stile e tendenza, oltre che nel sound anche nel look. 
Forse fin troppo per essere apprezzate da un pubblico così nazional popolare come quello del bel paese. 
Eppure è proprio durante i loro concerti che anche la più impettita e granitica delle vecchiette scese in piazza, manifesta l'irrefrenabile voglia di scuotere il bacino e battere le mani. 
Ed è sicuramente lì che anche i più scettici accorsi tuttavia all'evento si lasciano trasportare dal ritmo incalzante di quell'atmosfera scacciapensieri che non manca mai d'emozionare.
Quindi al diavolo per una sera la maledetta sciatica e i dolori reumatici, anche se la pioggia, come nel caso di ieri sera, non si è fatta attendere innaffiando il pubblico della provincia Materanese, dove le due reginette del pop made in Italy hanno infuocato l'atmosfera a suon di musica e siparietti scalda pubblico. 

E così quando si parla di Paola & Chiara nessuno resta impassibile, sia nel bene che nel male tutti hanno da dire, ridire, apprezzare o disprezzare.
Certo è che chiunque assista per la prima volta dal vivo "on stage” ad un loro concerto live, trova faticoso mentire su quanto siano vere e proprie professioniste del palcoscenico. Camaleontiche ed istrioniche con loro mai nulla è lasciato al caso, con un occhio di riguardo agli splendidi outfits che le sorelle Iezzi indosseranno nel corso di questa tournée che le vedrà protagoniste quest’estate in numerosissime piazze italiane.
Chiara Iezzi

Gli stilisti e i brand scelti per l'occasione sono: Burberry per quanto riguarda gli intriganti chiodi di pelle, cappotti e gilet.
Più sbarazzine e super trendy nelle giacche in stile “marinaretta casual chic" dall’inconfondibile allure che solo brand come Moschino, ancora una volta dopo tempo riescono a trasmettere.
E poi ancora figurano: la francese e storica maison Balmain e il marchio italiano, sotto la direzione artistica di Alessia Giacobino, Jo no fui. Suoi i cappelli neri con catene dal tocco fetish indossati dalle cantanti milanesi in apertura di concerto sulle note roccheggianti di “Ci chiamano Bambine”. Non poteva mancare in ultimo, ma non per importanza, Francesco Scognamiglio. Storico amico delle sorelle Iezzi che già da tempo e in varie occasioni hanno prediletto ed indossato i suoi originalissimi, raffinati e pregiati capi.   
Questo ancor prima che artiste come Madonna, Lady Gaga o Rihanna si rivolgessero allo stilista napoletano e facessero dei suoi abiti, oltre che pezzi iconici di stile (E’ sua la camicia nera di seta indossata da Miss Ciccone nel videoclip Give it to me), conoscere il suo eccezionale e sempre più così raro talento di stilista anche negli States. 

Emozioni quindi oltre che per l'udito, evidenziate dalla potente vocalità della bionda Chiara e da quella suadente e calda della mora Paola, anche per gli occhi, grazie ai numerosi cambi d'abito previsti in circa due ore di show.
foto: Amedeo Mastromarino
Casual ed oltremodo affascinanti nei loro slim jeans e scarpe dal tacco vertiginoso. Con plateau nero di Guido Pasquali, per Chiara, o con pregiate rifiniture in borchie marcate D-squared2 per Paola. 
E poi ancora maculate canotte di seta dalle provocanti ma mai volgari scollature impreziosite da gioielli a maglia larga in velcro e catene dorate. Un mix, questo, di due materiali apparentemente discostanti tra loro: il velcro (nero, carne, o bianco) accostato a dorate catene o cristalli, particolarità e timbro di unicità che fanno di Stefania Gentile una giovane e talentuosa designer di prestigio. Suo è il marchio Unesthète vera e propria fucina di gioielli dall' eccezionale pregio artigianale.

Ma è stata oltremodo la musica a farla da padrona, innanzitutto sulle note melodiose e pop/rock di Poco più in là e Milleluci, ultimo singolo tratto dall'omonimo album, dove anche i più restii accorsi all’evento sono riusciti a stento a trattenessi dall'emozione.
E così è stata la volta di Hey! quando lo show si è purtroppo concluso in anticipo lasciando la piazza a bocca asciutta senza la tanto attesa Vamos a bailar (esta vida nueva). 
Perché purtroppo contro i capricci di Madre Natura neppure Paola & Chiara possono ribbellarsi.
Il 17 maggio Paola & Chiara saranno a Castellamare di Stabia (NA). Per le altre date del Milleluci Tour 2011 consulta il loro sito web ufficiale www.paolaechiara.it o il fansite www.paolapiuchiara.com. Oppure vai www.colorsound.com

Pages