Ai giovedì della moda in Sapienza il couturier Roberto Capucci

Sesto incontro del progetto laboratorio: I professionisti della Moda. Giovedì 31 Marzo 2011 ore 17 Aula Magna di Lettere e Filosofia, presso Sapienza, Università di Roma.
Il Corso di Laurea in Scienze della Moda e del Costume prosegue i suoi giovedì di moda con la serie di incontri dal titolo "I professionisti della Moda". Un’occasione per approfondire il rapporto tra studenti e rappresentanti del fashion system in un proficuo e reciproco scambio: da una parte gli studenti, che incontrano da vicino il vero mondo della moda, dall’altra i professionisti del settore, che scoprono un corso di Laurea che si prefigge come obiettivo la formazione di possibili futuri colleghi.
Ospite dell’incontro di Giovedì 31 Marzo 2011, organizzato e coordinato da Sofia Gnoli: Roberto Capucci, couturier.
Roberto Capucci nasce a Roma nel 1930. Giovanissimo, a 21 anni, fonda la sua prima sartoria in via Sistina e, a partire dal 1952, inizia con successo a partecipare alle manifestazioni di moda fiorentine organizzate da Giovanni Battista Giorgini. Successivamente, nel 1960 apre un secondo atelier a Parigi che rimane attivo fino al 1968, anno del suo rientro a Roma. Tra le collezioni più note del grande sarto si ricorda la linea “a scatola” creata nel 1958, che gli valse l’Oscar della Moda da parte della Filene’s di Boston. Le sue creazioni sono contraddistinte da uno stile unico in cui forme, volumi, colori e materiali vengono plasmati come sculture, strutture autonome che pur rivestendo il corpo prescindono da esso. A partire dal 1982 rinuncia a presentare regolarmente le sue collezioni all’interno del calendario ufficiale per dedicarsi con più libertà alla sua attività di artista. Da allora, le sue ‘sculture da abitare’, sempre più oniriche, sono divenute protagoniste di importanti mostre internazionali

Info: Prof. Roberto Mascilongo roberto.mascilongo@uniroma1.it

Pages